« Vai all'archivio

Centri estivi "No Parking" della Polisportiva Preganziol ed Associazione Canili Veneto:

un incontro importante per parlare di Diritti degli Animali
Inserito da antonella il 10.10.2012
Centri estivi "No Parking" della Polisportiva Preganziol ed Associazione Canili Veneto: -  un incontro importante per parlare di Diritti degli Animali

L' Associazione Sportiva trevigiana della Polisportiva Preganziol, che per il terzo anno consecutivo ha organizzato i centri estivi No Parking , ha invitato quest'anno, fra le altre associazioni di volontariato, l'Associazione Canili Veneto.

Insieme, abbiamo dato vita ad un percorso di sensibilizzazione e informazione riguardo i diritti degli animali, avvicinando così bambini e ragazzi al grave ed oneroso problema degli animali ammalati, disabili, menomati e per tutti questi motivi molto spesso abbandonati dall'uomo, tematica che diventa ancora più calda nella stagione estiva.

Polisportiva Preganziol e Associazione Canili del Veneto sono quindi andati a "braccetto" nella torrida estate 2012 ed hanno fatto opera di informazione e formazione, portando a galla il problema del diritto alla vita e alla tutela della salute degli animali, all'importanza della sterilizzazione e del microchip, al rispetto della loro condizione da giovani, come da vecchi, da sani come da ammalati, mostrando la faccia della sofferenza, ma anche l'immensa gioia nel dare conforto ed aiuto ad animali che hanno un valore incommensurabile per l'uomo e per molteplici aspetti della sua vita, addirittura, in alcuni casi, per la sua riabilitazione post traumatica e clinico-terapeutica.

 

Il percorso, articolato in tre incontri, ha visto la visita al canile di Chioggia (VE) dove bambini e ragazzi hanno potuto prendere consapevolezza di molti aspetti che riguardano un animale abbandonato: il trauma che ognuno di loro vive quando viene improvvisamente lasciato da chi credeva il suo punto di riferimento, il senso di paura e di solitudine che provano in una gabbia o in un recinto e il bisogno di ognuno che questa condizione sia solo temporanea per approdare al più presto in una nuova famiglia consapevole dell'impegno correlato all'adozione di un animale.Bambini e ragazzi si sono dimostrati molto ricettivi ed interessati così come quando, nel corso del secondo incontro, è stata affrontata un'altra importantissima e delicata tematica, quella che riguarda la condizione di disabilità di un animale a seguito di abbandono, incidente o maltrattamento. Sull'argomento sono intervenuti anche i volontari dell'associazione Carrellini Disabili con la presentazione degli ausili che possono validamente aiutare gli animali portatori di handicap motori. L'importante presenza di Miku, micia diventata paraplegica a seguito di un incidente, ha catturato ancor più l'attenzione poichè è stato possibile far toccare con mano il problema della disabilità animale. Bambini e ragazzi si sono dimostrati per nulla turbati e, anzi, hanno potuto comprendere come un micio in queste condizioni, se curato e seguito da una famiglia, possa vivere la sua vita come qualsiasi altro gatto normodotato. A fine incontro hanno tutti dato libero sfogo con parole e immagini ai loro pensieri. Sono nati così dei bellissimi disegni, esposti nella prestigiosa sede di Palazzo Grimani, durante l'annuale evento "Artaidsanimals", sempre organizzato da Associazione Canili Veneto in collaborazione con Palazzo Grimani e il Polo Museale Veneziano. La particolare sensibilità dei ragazzi ha commosso le persone intervenute all'evento poichè ha saputo cogliere nel segno, nel riconoscere la necessità di amore e rispetto anche per chi non è "perfetto".Il terzo e ultimo incontro ha visto affrontare le problematiche riguardanti l'abbandono e il randagismo, con riferimento alle possibili misure (sterilizzazione e microchip) per arginarle e combatterle. Sono state riassunte brevemente le tematiche degli incontri precedenti e, a conclusione, sono stati coinvolti in prima persona i ragazzi facendoli diventare protagonisti di uno spot antiabbandono.Quasi tutte le duecentocinquanta magliette rosse dei partecipanti ai Centri Estivi No Parking hanno potuto così immergersi in queste tematiche, vedere,  ascoltare e "lavorare" insieme ai volontari di Associazione Canili Veneto ed il riscontro finale è stato più che positivo: stupefacente il loro entusiasmo, l' apertura mentale, l'intelligenza e curiosità. E' stato un momento di conoscenza e riflessione, un punto di partenza per una crescita intellettuale e di civiltà.Sarà forse per questo che i Centri Estivi della Polisportiva di Preganziol si chiamano NO PARKING?

 

 

Probabilmente... perchè qui non si è "parcheggiati" ma si viene aiutati nel difficile percorso di crescita che vedrà i ragazzi di oggi diventare gli adulti di domani, possibilmente Adulti con la A maiuscola.

 

Associazione Canili Veneto ringrazia la Polisportiva di Preganziol per aver offerto questa splendida opportunità di sensibilizzazione e conoscenza della problematica animalista, con la speranza che il prossimo anno si possa ripetere l'iniziativa e aiutare altri bambini e ragazzi ad avvicinarsi a tematiche troppo spesso considerate poco importanti.

 

 

Centri estivi "No Parking" della Polisportiva Preganziol ed Associazione Canili Veneto:
i ragazzi all'opera con carta, matite e colori... -
i ragazzi affrontano, armati di fogli da disegno e colori, l'importante tema della disabilità animale -
Miku, in trasportino, coccolata dai ragazzi -
Miku, in trasportino, coccolata dai ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -

Altre foto ...

i ragazzi all'opera con carta, matite e colori... - i ragazzi affrontano, armati di fogli da disegno e colori, l'importante tema della disabilità animale - Miku, in trasportino, coccolata dai ragazzi -
Miku, in trasportino, coccolata dai ragazzi - attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi - attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi - attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi - attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -
attraverso il disegno il pensiero dei ragazzi -