« Vai all'archivio

S.O.S. urgente!!! Aggiornamenti al 17 febbraio 2012

La triste storia di Cip
Inserito da antonella il 07.02.2012
S.O.S. urgente!!! Aggiornamenti al 17 febbraio 2012 - La triste storia di Cip

AGGIORNAMENTI AL 17 FEBBRAIO 2012

La piccola Cip è stata dimessa dalla clinica e da qualche giorno si trova a casa di una volontaria. I proprietari della piccola non si sono più fatti nè vedere nè sentire, spariti, cancellati, così come loro hanno cancellato l'esistenza di Cip dalla loro mente e dal loro cuore.
Cip, alla quale è stato cambiato nome poichè questo non le ha portato fortuna e, anzi, sembrava malaugurante vista la fine fatta dalla gattina che l'ha preceduta, adesso si chiama Miku (che significa "il futuro che dovrà arrivare") ed è soprannominata Gufy...ricorda un piccolo gufetto appollaiato su di un ramo, specie quando la sollevi e lei teme di cadere...si aggrappa al tuo braccio e ti guarda con uno sguardo unico...un mix di domande, timore e fiducia al tempo stesso...povera piccola Miku, chissà cosa passerà nella tua testolina?
chissà se ti starai chiedendo che fine ha fatto il tuo mondo, le persone che amavi e i tuoi compagni di gioco...chissà se queste altre persone ti piacciono e pensi di poterti fidare di loro, chissà, se nonostante i soffioni che partono a destra e a manca, pensi che un giorno tutti questi animali potranno diventare i tuoi compagni di gioco....non so se ti piaccia la tua realtà di oggi ma è l'unica che al momento ti possiamo offrire visto che chi si doveva occupare di te e proteggerti ti ha invece buttato via come un giocattolo rotto...Miku è stata operata al bacino e al femore. Dovrà portare i chiodi ancora per diverse settimane e avrà bisogno di controlli frequenti. La posizione in cui è stata costretta ha fatto si che si formasse una piaga da decubito piuttosto importante che stiamo curando con chili di creme specifiche.
Anche per lei, così come è stato per Andrea, altra micina disabile seguita dalla nostra Associazione, i costi della clinica e della gestione quotidiana sono alti.
I proprietari si sono eclissati affettivamente ed economicamente, tanto non è più affar loro.
Chiediamo a tutti quelli che credono sia giusto aiutare Miku di farlo, di darci una mano in questa nuova sfida, perchè il denaro non è la cosa più importante al mondo, la cosa più importante è la Vita di un essere senziente, umano e non. Purtroppo il denaro serve per salvare una vita ma almeno questo è lo scopo nobile di un mezzo troppo spesso usato per cose effimere.
Potete aiutare con una piccola offerta o anche con la donazione di uno o più prodotti di quelli che vi elenchiamo sotto.
Grazie di cuore e zampa...
Associazione Canili Veneto e Miku

Donazione con** bonifico bancario (Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro indicando anche la scritta di seguito
(Mirna Fusaro - socia associazione - per Cip)*
*IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Cip") o la poste pay (ricaricabile non solo presso gli uffici postali ma anche presso le tabaccherie "lottomatica") N. 4023 6005 9069 8538 intestata a Antonella De Lena, C.F. DLNNNL61E69L736Y, comunicando l'avvenuto versamento alla seguente casella di posta:presidente@associazionecaniliveneto.it*

POMATA IRUXOL
PASTA DI HOFFMAN
SALVIETTINE UMIDE PER BAMBINI
TRAVERSINE ASSORBENTI
PANNOLINI PER BAMBINI FINO A 5 KG.
BETADINE SOLUZIONE DISINFETTANTE
GARZE STERILI
DEROXEN SCHIUMA SPRAY
OMOGENEIZZATI DI POLLO
CROCCANTINI ID DELLA HILL'S O GASTROINTESTINAL DELLA ROYAL CANIN

il materiale può essere spedito a: Antonella De Lena - Via dei
Mirtilli, 5 - 30173 CAMPALTO (VE) Noi non li cerchiamo questi casi, ci capitano, e non possiamo girarci dall'altra parte...è vero però che da soli non ce la possiamo fare, per quanto ci pesi inoltrare richieste del genere abbiamo bisogno di voi...di voi che come noi li amate e non sopportate l'idea della loro sofferenza, del loro abbandono...per favore, ognuno di voi ci aiuti per quanto gli è possibile, divulgando o donando anche poco...tanti piccoli aiuti saranno la salvezza di Cip!

Ecco l'ultima vicenda, in ordine di tempo, che ci è stata segnalata... la storia di Cip...  La porta della sua esistenza si era aperta in modo alquanto drammatico, quella porta si stava già chiudendo quando aveva appena aperto gli occhi...una cucciolata non voluta e la soluzione era quella di seppellire i piccoli come si usa ancora nelle campagne del civilissimo nord... Il caso volle che un signore passasse di lì e si facesse dare due piccoli, un maschio e una femminuccia, portandoli a casa con sé per consolare il figlio che aveva appena perso, a causa di un incidente, la sua gattina di nome Cip.

Anche a questa piccina fu dato lo stesso nome e al fratellino fu imposto il nome di Ciop.

Il "brutto tempo" sembrava passato per lasciare spazio all'azzurro intenso di una vita felice e spensierata.

Fino a pochi giorni fa la piccola Cip era una micia di un anno molto bella, allegra, giocosa, spensierata e curiosa...una gattina che sprizzava energia e salute da tutti i pori...

Una sera, il proprietario, tornando a casa dal lavoro si trova davanti ad una scena terribile: Cip, vittima di un incidente d'auto come la gattina precedente sua omonima, inerme sull'asfalto in una pozza di sangue...La sua curiosità e la libertà di girovagare l'aveva spinta laddove ancora non aveva osato andare, varcando le soglie del cancello che chiudeva la conoscenza di un piccolo mondo...

Cip  viene portata d'urgenza in una clinica veterinaria dove la sua situazione appare subito molto grave ma la vitalità che la piccola emana dalla vita in su e l'assenza di dolore trattiene il veterinario dal praticare l'eutanasia.

Ha così inizio una fase altalenante in cui la vita della piccola micia è davvero appesa ad un filo con i proprietari che propendono per porre fine alla sua esistenza e i veterinari che cercano di spiegare come, nonostante la disabilità, un gatto possa vivere la propria vita in modo più che decoroso.

I proprietari non sentono ragione e così i veterinari che già conoscono la nostra Associazione per la vicenda di Andrea, la micia impallinata e disabile che vive la sua vita serena e felice, ci contattano.

A nostra volta parliamo con i proprietari fornendo il nostro aiuto e supporto, dicendo loro che una micia disabile ha bisogno si di attenzioni ma che queste ultime non sono cose improponibili, ma niente, non se la sentono...

A questo punto l'ultima parola spetta a noi, spetta a noi decidere se Cip deve vivere o morire e a questo punto, pur dovendo affrontare un impegno economico importante, non riusciamo a tirarci indietro per la mancanza di denaro...pensiamo che una vita meriti rispetto, in qualsiasi forma essa sia e vada tutelata.

Non possiamo pensare che, ancora una volta, il "vil denaro" possa aver ragione su di una piccola vita...

Adesso Cip è nostra, è stata operata e dovrà subire una sofferenza maggiore di quella causatale dall'incidente. Dovrà sopportare l'abbandono della sua famiglia in un momento  per lei già difficile...Noi faremo di tutto per starle vicino e ricoprirla dell'affetto e sostegno di cui avrà bisogno ma a nostra volta avremo bisogno di voi per far fronte alle spese mediche. Speriamo che, ancora una volta, non ci abbandonerete ma soprattutto che aiuterete la piccola Cip nel suo percorso verso una nuova vita che faremo il possibile affinchè sia serena e ricca di cose belle, nonostante la sua disabilità, così come è stato per Andrea.

Per il momento Cip è ricoverata in clinica e poi, fino a completa ripresa, sarà in stallo da una volontaria ma cerchiamo per lei un'adozione speciale, quella che è capace di dare tanto amore nonostante l'handicap di questa creatura perché lo diciamo sempre, la disabilità è solo negli occhi di chi guarda non certo nella potenzialità di un animale che vive la sua menomazione in modo molto diverso da quello umano.

Per aiutarci ad aiutare la piccola Cip e far fronte alle spese della Clinica potete effettuare una donazione con bonifico bancario (Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro indicando anche la scritta di seguito (Mirna Fusaro - socia associazione - per Cip)

IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Cip") o la poste pay (ricaricabile non solo presso gli uffici postali ma anche presso le tabaccherie "lottomatica") N. 4023 6005 9069 8538 intestata a Antonella De Lena, C.F. DLNNNL61E69L736Y, comunicando l'avvenuto versamento alla seguente casella di posta:presidente@associazionecaniliveneto.it
Grazie dal più profondo del cuore a chi ci aiuterà ad aiutare la piccola sfortunata CipAssociazione Canili Veneto


Di seguito le foto della dolcissima Cip, il filmato, le immagini RX e la diagnosi medica

 

 

S.O.S. urgente!!! Aggiornamenti al 17 febbraio 2012

Altre foto ...

 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -