« Vai all'archivio

aggiornamenti al 9 novembre 2011 - URGENTISSIMO!!! Attenzione immagini forti!!! Reginella, sbranata da un cane, paralizzata e lasciata nell’incuria più totale...

rischiava di morire fra atroci sofferenze…
Inserito da antonella il 01.11.2011
aggiornamenti al 9 novembre 2011 - URGENTISSIMO!!! Attenzione immagini forti!!! Reginella, sbranata da un cane, paralizzata e lasciata nell’incuria più totale... -  rischiava di morire fra atroci sofferenze…

COMUNICATO
Associazione Canili Veneto desidera far chiarezza sulla storia di Reginella e sugli sviluppi intervenuti in questi ultimi giorni.
Reginella è stata presa in carico da Associazione Canili Veneto che, concordando con Veronica offertasi per lo stallo dopo il ricovero in clinica, l'ha fatta salire al nord.
Per desiderio di aiutare questa piccola e per dare informazioni ai volontari del web, sono state inviate delle mail di aggiornamento e creati degli eventi su FB da altri volontari non appartenenti alla scrivente associazione ma che avevano avuto strettamente a che fare con Reginella, ovvero Antonella di Brindisi, la volontaria che per prima ha segnalato la situazione della micia, e Luca di Bergamo, che ha fatto un tratto di staffetta. Tali azioni hanno originato, pur se fatte con le migliori intenzioni, confusione e perplessità, così abbiamo chiesto a questi volontari di cancellare l'evento riconducendo tutti all'evento orginale ospitato sulla pagina di "Andrea, micina impallinata ma felice" e di far girare le mail di aggiornamento provenienti dalla nostra associazione.
Con la speranza di aver tolto ogni eventuale dubbio vi lasciamo agli aggiornamenti su Reginella, micia di Brindisi paralizzata.
 
AGGIORNAMENTI AL 9 NOVEMBRE 2011
 
Reginella, la micia salita da Brindisi al nord, è stata dimessa sabato 5 novembre u.s. dalla clinica veterinaria di Mestre (VE), dopo essere stata sottoposta a curettage chirurgico della piaga. Durante la settimana trascorsa in clinica, la piccola, è stata sottoposta ad esame delle feci dal quale è risultata positiva alla tenia, ad esami del sangue che hanno evidenziato una leggera anemia, probabilmente conseguente alla inevitabile perdita di sangue dalla piaga, ed è stata testata FIV e FELV, con risultato negativo per entrambi ma da ripetere fra sei mesi per avere la certezza della negatività poichè, come tutti sappiamo, c'è il cosiddetto "periodo finestra" durante il quale potrebbe svilupparsi un eventuale virus in incubazione.
Ringraziamo tantissimo i due volontari, Marina e Luca, che hanno portato Reginella da Mestre a Lodi, spezzando la staffetta in due tratte, dove l'aspettava con ansia Veronica, volontaria espertissima in situazioni difficili di mici paralizzati con problemi correlati.
Adesso, la dolcissima gattina, che durante il periodo di ricovero sono andata a spupazzarmi e che mi ha letteralmente conquistato con il suo meraviglioso carattere, è al sicuro. Veronica provvede alle medicazioni quotidiane e alla spremitura della vescica per mantenere la zona della piaga il più pulita possibile. Solo il tempo, oltre a questo, può rispondere a quella che è  la domanda che sicuramente salirà alle labbra di chi legge. Una piaga ha bisogno di tempo ma, ricordiamo, che un'altra micia, che chi ci segue conosce, Andrea, è guarita perfettamente anche se sono stati necessari alcuni mesi. Una volta che il tessuto cicatriziale si sarà ricostituito verrà valutata l'opzione di una eventuale plastica chirurgica.
Non è cosa che ci piace fare ma non avendo altra alternativa, e confidando in persone di buon cuore, oltre che amanti degli animali, vi chediamo aiuto per poter far fronte al pagamento della clinica e per aiutare Veronica per i costi dei farmaci e dei materiali necessari alla gestione della piccola. Le donazioni arrivate finora sono pari ad un importo di circa 100,00 euro contro i 455,40 euro del preventivo, che pubblichiamo per trasparenza. Vi lasciamo alle ultime foto scattate in clinica, poco prima della dimissione, e ad un video dal quale si intuisce quanto la piccola ricerchi coccole e contatto umano...
 
 
Chi volesse aiutare Reginella può effettuare un bonifico su Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro indicando anche la scritta di seguito (Mirna
Fusaro - socia associazione - per Reginella)
IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Reginella" comunicando l'avvenuto versamento alla seguente casella di
posta: presidente@associazionecaniliveneto.it
Oppure potete dare il Vostro contributo con ricarica postepay numero:
4023600566331205 intestata a Grecchi Veronica (c.f.: GRCVNC75S62M102M).
 
GRAZIE DI CUORE!!!
Associazione Canili Veneto e Veronica

Le emergenze si sprecano e noi cerchiamo di fare la nostra parte, anche se, rispetto alla quantità è sempre poca cosa.
Questa volta lo sguardo e la mente sono stati catturati dalla storia di Reginella, micia paralizzata a seguito del morso di un cane, lasciata da chi doveva aiutarla nell’incuria più totale…e il risultato ci ha lasciato basiti, attoniti, allucinati…Voltarci dall’altra parte sarebbe stato condannarla a una lunga, lentissima agonia che l’avrebbe condotta inesorabilmente alla morte… Dovevamo toglierla subito di lì, farla arrivare da Brindisi al nord, curarla e trovarle qualcuno che se ne prendesse cura, ma qualcuno che fosse in grado di gestire una situazione così delicata…come dire, avremmo dovuto cimentarci in un’impresa titanica! A volte, però, mischiando insieme determinazione ed incoscienza, sorprendentemente ce la si fa e, in un solo giorno, la piccola micia di Brindisi, in modo quasi rocambolesco, è arrivata a Venezia. E’ stata subito portata in clinica dalla splendida Irene e visitata dal veterinario.
Quanto apparso agli occhi, una volta tolto il pannolino, ha superato ogni più nefasta previsione: piagata su tutta la zona dei genitali, zampe e coda, e una vasta area di tessuto in necrosi.
E’ stata immediatamente sottoposta a curettage chirurgico, medicata e valutata la situazione della paralisi. Probabilmente, Reginella, avrà come possibilità di ripresa quella di imparare la camminata spinale ma il percorso sarà lungo e necessiterà di cure.
La splendida Veronica (vi ricordate la sua missione per i gatti disabili?), che da subito si è resa disponibile a prendere con sé la micia, a fronte di mille sacrifici, e solo chi ha un gatto disabile può realmente comprendere cosa intendo, ha bisogno di aiuto per sostenere le spese mediche…senza questo aiuto Reginella non avrà chance…
Forse avremmo potuto, noi e Veronica, far finta di non vedere, scostare sguardo e mente da quell’appello che invece si è infilato martellante nel cervello e nel cuore, ma amiamo gli animali e ancora di più quelli che sono gli ultimi tra gli ultimi, quelli abbandonati, malati, rifiutati…
…adesso Reginella è nelle nostre…vostre mani. Aiutarla crediamo sia un atto di civiltà e amore…
Grazie a tutti coloro i quali, in ogni misura, ci aiuteranno ad aiutare Reginella.
Associazione Canili Veneto e Veronica
 
Chi volesse aiutare Reginella può effettuare un bonifico su Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro indicando anche la scritta di seguito (Mirna Fusaro - socia associazione - per Reginella)
IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Reginella" comunicando l'avvenuto versamento alla seguente casella di posta: presidente@associazionecaniliveneto.it
Oppure potete dare il Vostro contributo con ricarica postepay numero:
4023600566331205 intestata a Grecchi Veronica (c.f.: GRCVNC75S62M102M).
 
Sotto alcune immagini di Reginella: quella pervenutaci con il suo appello e le altre che si riferiscono alla visita e ad una prima pulizia della piaga.


--

aggiornamenti al 9 novembre 2011 - URGENTISSIMO!!! Attenzione immagini forti!!! Reginella, sbranata da un cane, paralizzata e lasciata nell’incuria più totale...

Altre foto ...

 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -