« Vai all'archivio

AGGIORNAMENTI: SOSTENIAMO Padre Tomasz PER AMORE dei nostri FRATELLI ANIMALI

la nostra volontaria Sabrina racconta l'incontro
Inserito da antonella il 01.10.2011
AGGIORNAMENTI: SOSTENIAMO Padre Tomasz PER AMORE dei nostri FRATELLI ANIMALI - la nostra volontaria Sabrina racconta l'incontro

La nostra volontaria Sabrina racconta l'incontro con Padre Tomasz Animal Pastor il giorno 4 ottobre 2011:

"Chi mi conosce bene è rimasto stupito, basito, sconcertato...tu, proprio tu, vai a Roma per incontrare un prete? Questo Padre deve avere proprio qualcosa di speciale per farti muovere da Venezia, prendere due aerei in giornata, per poterlo incontrare solo per poche ore...
Ebbene si, qualcosa di speciale questo Padre ce l'ha. Non è un prete come tutti, è un prete che ha preso alla lettera la sua vocazione, che non è solo quella di amare gli umani bensì anche quella di amare tutti i fratelli e le sorelle, ivi compresi gli animali, tutti, indistintamente, con vero spirito antispecista.
Il nome di questo prete, polacco di nascita ma attualmente impegnato in una congregazione a Vienna, è Padre Tomasz Jaeschke. Un nome quasi impronunciabile ed è per questo che per tutti noi che eravamo lì è diventato semplicemente Tom, anzi, come ama farsi chiamare lui, Tom Animal Pastor. Questo prete ha scritto a papa Ratzinger ancora parecchi mesi fa chiedendo di essere ricevuto per un colloquio informale per parlare della condizione degli animali, affinchè la Chiesa riconosca che anche loro hanno un'anima e per avere un segno chiaro, distinto, infraintendibile che anche loro fanno parte del Divino. La sua richiesta non è stata ascoltata e così lui ha deciso di scendere a Roma dal 1 al 4 ottobre per far capire che non stava scherzando, che non ha scritto parole gettate nel vuoto. E' sceso a Roma in digiuno e silenzio per i primi giorni, dormendo nei canili assieme ai reclusi ed agli infelici, portanto la sua preghiera e la sua benedizione. Poi il 4 ottobre, giorno dedicato da sempre a S.Francesco, era a disposizione di chiunque l'avesse voluto incontrare, per parlare, discutere, confrontarsi. Il 4 ottobre si è recato dentro la Basilica per lasciare, in svariate lingue, ancora una volta, il suo messaggio, avvolto in un nastro viola, che era il simbolo di questo evento.
Ed è stato proprio quel nastro viola che mi ha permesso di capire dov'erano le altre persone che, come me, erano lì per lui...
Roma mi accoglie con una meravigliosa, calda, assolatissima giornata dal cielo di un azzurro meraviglioso senza traccia di una nuvola.
 Sembra che anche Madre Natura abbia deciso di collaborare!
Quando sono arrivata a S.Pietro, in tarda mattinata, non c'era alcun segno della sua presenza. Ho pensato, un po' nel panico, di aver sbagliato qualcosa.
Dopo un pranzo vegano (con panico dell'oste al solo sentire nominare questa parola!) in una tipica trattoria nei dintorni sono tornata a S.Pietro ed eccolo...lo vedo da lontano...camminare lentamente, con un abito talare completamente bianco, semplice, scarponcini da trekking ed uno zaino su una sola spalla, uno zaino aperto con dentro degli animaletti di peluche che facevano capolino. Sullo zaino un adesivo con la scritta che si riferisce al suo peregrinare ed al suo scopo: "Quo vadis Vatican?"
 Gli corro dietro chiamandolo a gran voce ma purtroppo non parla italiano e nemmeno inglese, così mi fa capire che presto sarebbe arrivato un interprete.
Nel frattempo comincio a parlare con amici romani (e non)  che sono venuti, come me, apposta per conoscerlo, per stare con lui e sentirlo parlare, per capire quali sono le sue intenzioni per il futuro. Lui parla con tutti, sorride a tutti, ringrazia tutti. Ad ogni animale che gli si avvicina lui parla, impartisce la benedizione, per ognuno di loro dice una piccola preghiera. Si accoscia e li accoglie tra le braccia ed è divertente vedere che  ben presto la sua candida tunica è tutta costellata di zampate. Lui non se ne cura, sembra ancora più felice per questo!
Gli porgo una lettera da parte dell'Associazione in cui si leggono la nostra stima ed il nostro supporto. Inoltre lo invitiamo a venire a Venezia e lui mi guarda dicendo che in fondo la strada da Vienna per venirci a trovare non è tantissima.
In tutto questo tempo lo guardo, io, l'anti-cattolica conclamata, e trovo che abbia un fascino incredibile, uno sguardo magnetico ed un amore immenso per gli animali e questo mi basta, al di là di tutti i credo e di tutte le fedi. Gli animali sono catalizzati dal suo sguardo buono, sincero e profondo.  Sono semplicemente felice di guardarlo con loro, di vedere come questi reagiscono alla sua presenza, infilando i loro musetti curiosi nelle maniche troppo larghe della tonaca. Gli chiedo cosa farà se questo silenzio agli alti vertici ecclesiastici continuerà. Lui risponde serenamente che non desisterà, che continuerà nel suo intento, anche se questo dovesse costare una qualche specie di scissione.
 Padre Tom è vegetariano ed anche per questo non è compreso. E' evidente che, anche per il fatto che il suo amore per gli animali è tale da non volersene cibare, viene considerato di disturbo. A noi tutti presenti piace ancora di più proprio per questo! Un prete cattolico e vegetariano!
Che sia veramente l'inizio di una nuova coscienza, di una nuova consapevolezza? Lui ci crede ed io voglio crederci con lui. Tutti noi che eravamo lì ci vogliamo credere!
Sfortunatamente non eravamo moltissimi...tornando a casa ho pensato, tuttavia, che anche Gesù all'inizio aveva pochi discepoli ma la sua rivoluzione è stata epocale.
Ed è così che io vedo padre Tomasz. Un rivoluzionario, un prete coraggioso che non ha avuto paura di mettere la faccia per dire quello che pensa e che sente dentro di se'.
Sicuramente ci saranno altri ecclesiastici come lui ma, almeno per le conoscenze in mio possesso, nessuno, finora, aveva osato tanto. Si, osare è la parola giusta. Perchè è evidente, stando lì solo pochi minuti, che lui non è gradito, sembra quasi un pericolo, anche se non si capisce bene per chi e per che cosa. Prima che arrivasse, se si chiedeva di lui ad altri prelati o alle guardie presenti in Vaticano, la reazione era di disturbo, di omertà...
E mai come in questo frangente è appropriato pensare all'Inferno, alle parole di Dante " Non ti curar di loro ma guarda e passa..." ed alle persone a cui queste parole sono rivolte...
Comunque sia è stata una giornata meravigliosa, emozionante che mi ha riempita di gioia infinita e di speranza. Le foto scattate da me e da altre presenti dicono più di mille parole, più di milioni di parole...

Da: Associazione P.AN.D.A. onlus   e Ass.ne Lamento Rumeno;
AGGIORNAMENTI DELL'ULTIM'ORA...VENITE DOMENICA 2 OTTOBRE IN PIAZZA SAN PIETRO (è importante dalle 9.00 alle 13.00)
 
E' UN'OCCASIONE UNICA PER DARE VOCE, CON IL SILENZIO DI UN DOLORE MUTO, AI NOSTRI FRATELLI ANIMALI SOFFERENTI E DIMENTICATI.
 
Padre Tomasz è arrivato in Italia, lo abbiamo accolto, abbiamo  programmato le azioni di sostegno dei prossimi giorni, Padre Thomasz ha comunicato attraverso Facebook con tutti coloro  che nel mondo lo sostengono, lo abbiamo portato nella stanza dove ha scelto di dormire a stretto contatto con i cani e gatti più anziani e malandati della nostra Associazione, ha voluto partecipare all'incontro Vegan di Piazza Trilussa e da stasera inizierà il suo Ritiro Spirituale.
 
DOMANI IN PIAZZA SAN PIETRO SAREMO DIETRO DI LUI, RACCOLTI e IN SILENZIO, CON LA BENDA VIOLA AL BRACCIO IN SEGNO DI LUTTO PER LA SOFFERENZA DEI NOSTRI FRATELLI.
DOBBIAMO ESSERE IN TANTI  A SOSTENERLO!
 
Ciò che avverrà a San Pietro darà un segnale molto importante, anche se il Papa resterà sordo alla domanda di Padre Tomasz.  Dopo il suo "apparentemente piccolo" gesto, altri troveranno il coraggio di chiedere conto della sofferenza degli animali e la strada dell' "Uomo al Centro dell'Universo" dovrà essere abbandonata per un nuovo percorso, che dovrà considerare tutte le creature del pianeta, senza le quali l'uomo è finito.
Ci sarà un volontario dell'Associazione P.AN.D.A. che distribuirà una FASCIA DA BRACCIO VIOLA, in segno di lutto per la sofferenza di milioni di animali sofferenti e torturati.
PRENDETE LA VOSTRA FASCIA e TESTIMONIATE  che gli animali hanno FRATELLI CHE LOTTANO PER LORO.
 
Il 4 ottobre, giorno di San Francesco, Padre Tomasz avrà interrotto il suo silenzio e potrà parlare con tutti mentre sarà a  San Pietro  fino alle 16.00  e poi sarà a disposizione per benedire ogni vostra creatura animale... ancor più se sofferente, malata, abbandonata, triste…
Chi vorrà far benedire i propri animali, di qualunque specie o razza, potrà venire sotto la statua di San Francesco, a San Giovanni, a Roma, dalle 17.30. alle 18.30
“Sarò con loro e per loro, con  la mia preghiera e la mia benedizione, che è la benedizione di Dio…”
 
Iniziativa: QUO VADIS VATIKAN? di Padre Tomasz Jaeschke   http://www.youtube.com/watch?v=FNX04OjBTTg

Desideriamo attirare la Vostra attenzione su un evento del 2 e 3 ottobre 2011, festa di San Francesco, patrono d'

Italia...

Tutti sanno che Frate Francesco aveva un incondizionato amore per Natura ed Animali ed ecco che in questi giorni un altro Padre, un uomo di religione, si muove in loro aiuto, per chiedere "Quo Vadis Vatican?"

Leggete sotto, in dettaglio, l'iniziativa.

 
DA: - Associazione Lamento Rumeno
        -     Associazione P.AN.D.A.
 
Cari amici e amiche animaliste,
 
Come avrete letto sui giornali, Padre Tomasz  Jaeschke , prete cattolico che vive in Austria e che straordinariamente vive la sua fede come “Animal Pastor”,  sarà a Roma dal 2 al 4 ottobre, in Piazza San Pietro, a chiedere a Papa Benedetto XVI:  “Quo vadis Vatikan?” A chiedere al Vaticano qual è la strada che ha deciso di percorrere di fronte alla sofferenza di tutte le creature di Dio, umane e non umane.

CHI VORRA’ SOSTENERE IL MESSAGGIO DI PADRE TOMASZ POTRA’ ESSERE CON LUI A SAN PIETRO IL 2 e 3 OTTOBRE.

“Metterò un piccolo segno – dice Padre Tomasz – ricorderò a Papa Benedetto XVI quello che già gli ho scritto nel febbraio 2010: “Santo Padre, di fronte alla sofferenza dei nostri fratelli animali, non dobbiamo più guardare da un altra parte...  non dobbiamo davvero farlo più… Semplicemente perchè non è leale nei confronti dei nostri fratelli, delle nostre sorelle, degli animali e neanche nei confronti dell'Uomo di Nazareth, che è venuto al mondo per  annunciare l'amore incondizionato per tutte le creature e che per la sua lealtà e coraggio di dire la verità è stato crocifisso.”
 
Padre Tomasz passerà i primi due giorni (2-3 ottobre) dell’iniziativa Quo Vadis Vatikan in silenzio. In quei giorni NON si potrà comunicare con lui verbalmente.
 
Starà in silenzio “come atto consapevole di solidarietà con tutte le creature viventi (animali ed umani), che non hanno la possibilità di comunicare verbalmente, di far sentire la loro voce e il loro urlo di dolore. E per questo vengono ignorati, discriminati, trascurati, sottoposti ad abusi e maltrattamenti.
Starà in silenzio, digiuno e in preghiera. Per tutte le creature.
 
Il 4 ottobre, giorno di San Francesco, Padre Tomasz sarà a disposizione di ogni creatura animale  sofferente, malata, abbandonata, triste…
Potrete chiedergli di benedire i vostri animali, di qualunque specie o razza. Padre Tomaz sarà a disposizione. E il 5 ottobre sarà disponibile  anche fuori Roma.
“Sarò con loro e per loro, con il mio digiuno, la mia preghiera e la mia benedizione, che è la benedizione di Dio…”
Il 4 ottobre tra le 21:00 e le 22:00 sarà possibile mettersi in contatto con Padre Tomasz online, attraverso il gruppo di Facebook:  “Quo Vadis Vatikan!”  e dalle ore 16 il contatto potrà essere anche telefonico attraverso la traduttrice che potrà rispondere in lingua italiana, inglese e spagnolo al Numero  0039/331 7666108
 
A tutti i fratelli degli animali che non potranno essere con lui, Padre Tomasz chiede un piccolo gesto d’amore:
 
“Vorrei sentire tutto il vostro sostegno  quando sarò seduto davanti alle porte del Vaticano digiunando, restando fermo, pregando per gli Animali,
Basterà che tra le ore  15.00 e le ore 16.00 del 2 e 3 ottobre, siate con me con una vostra breve preghiera, una riflessione, un pensiero, la carezza per un animale, una buona parola per un altro umano, per vostro marito o vostra moglie, per il vostro bambino o un qualsiasi bambino... per  il vostro animale o un qualsiasi animale... pensando a me mentre lo state facendo...
In questo modo sarete TUTTI CON ME, a quell'ora, in Piazza San Pietro.. uniti nella preghiera, nella lotta e nell’impegno per un mondo migliore; un mondo umano, dove gli esseri umani riconoscono negli occhi di una Creatura Animale il loro piccolo Fratello, la loro piccola Sorella e, prima di tutto, la Creatura Amata da Dio, uno dei Bambini di Dio.
 
Per favore, dal 2 al 4 ottobre, tutti giorni dalle ore 15.00 alle ore 16.00.
Non lasciatemi solo“
 
Un grande e cordiale GRAZIE va prima di tutto alla meravigliosa Laura Pontini, Presidente dell'associazione  Lamento Rumeno Onlus, che in primis mi ha contattato ed offerto sostegno
Un particolare GRAZIE va anche all'Associazione P.AN.D.A. che mi mette a disposizione le sue stanze condivise con gli animali, esaudendo così il mio grande sogno… E grazie anche all'Associazione Vittime della Caccia, un’associazione che darà supporto alle mie domande e problematiche.
Un GRAZIE di cuore anche ad una meravigliosa animalista dalla Spagna, Bruni, che arriverà a Roma il pomeriggio del 4 ottobre per affiancarmi quale traduttrice di tedesco, inglese e spagnolo.
 
A tutti VOI, Cari Amici dall'Italia, un Grande, Caro e Cordiale GRAZIE per il sostegno che date alla mia azione e per i vostri fantastici servizi quotidiani per i Nostri Fratelli e Sorelle Animali!
 
A tutti voi: un Grande GRAZIE di cuore!
 
Il vostro Animalpastor
 
 
Per info:
info@lamentorumeno.org
info@associazionepanda.it
cell. 339 3326933

DA: - Associazione Lamento Rumeno e  Associazione P.AN.D.A. 
 
E' UN'OCCASIONE UNICA PER DARE VOCE AI NOSTRI FRATELLI ANIMALI SOFFERENTI E DIMENTICATI.
Padre Tomasz è seguìto in tutto il mondo e ciò che avverrà a Roma darà un segnale molto importante, anche se apparentemente sembrerà che non sia accaduto nulla. MA DOBBIAMO ESSERE IN TANTI INTORNO A LUI!
Dopo il suo "apparentemente piccolo" gesto, altri troveranno il coraggio di chiedere conto della sofferenza degli animali e la strada dell' "Uomo al Centro dell'Universo" dovrà essere abbandonata per un nuovo percorso, che dovrà considerare tutte le creature del pianeta, senza le quali l'uomo è finito.
VENITE DOMENICA 2 OTTOBRE IN PIAZZA SAN PIETRO
Ci sarà un volontario dell'Associazione P.AN.D.A. che distribuirà una FASCIA DA BRACCIO VIOLA, in segno di lutto per la sofferenza di milioni di animali sofferenti e torturati.
PRENDETE LA VOSTRA FASCIA e TESTIMONIATE  che gli animali hanno FRATELLI CHE LOTTANO PER LORO.
 
Sono gradite iniziative di diffusione di questo messaggio e che possano dare riverbero a questa iniziativa.
Per info: Viviana Frigino 339 3326933

Iniziativa: QUO VADIS VATIKAN? di Padre Tomasz Jaeschke 
http://www.youtube.com/watch?v=FNX04OjBTTg

Associazione Canili Veneto sarà a fianco di Padre Tomasz con la nostra volontaria Sabrina e idealmente gli sarà vicino con un tavolo informativo e divulgativo dell'iniziativa lunedì 3 ottobre 2011 a Venezia, Campo Santa Sofia, dalle ore 15.00 alle ore 19.00... avremo un nastro viola al braccio, così come suggerito, in segno di lutto per la sofferenza dei nostri amici animali.

Chiudiamo con le parole di due grandi Papi che hanno speso delle parole importanti per quelle Ceature troppo spesso dimenticate, non considerate, o peggio maltrattate che sono gli animali...

Giovanni Paolo II "Non solo l'uomo ma anche gli animali hanno un soffio divino"

Paolo VI "Gli animali sono la parte più piccola della Creazione Divina, ma noi un giorno li rivedremo nel Mistero di Cristo

AGGIORNAMENTI: SOSTENIAMO Padre Tomasz PER AMORE dei nostri FRATELLI ANIMALI
bacia la zampa -
bacio ad un barboncino -
benedizione -
benedizione lupetto paraplegico -
lupetto paraplegico -
il messaggio -
pensieroso... -

Altre foto ...

 -  - bacia la zampa -
bacio ad un barboncino - benedizione - benedizione lupetto paraplegico -
lupetto paraplegico - il messaggio - pensieroso... -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -