« Vai all'archivio

250 euro a chi salva un cane randagio

Inserito da antonella il 01.06.2011
250 euro a chi salva un cane randagio -

la Nuova Venezia

250 euro a chi salva un cane randagio

27 maggio 2011 -   pagina 44   sezione: Provincia

 FOSSALTA. «Chi adotta un amico adotta un tesoro!», è il nome dell' iniziativa del Comune di Fossalta, per incentivare la popolazione ad adottare i cani randagi recuperati nel territorio comunale che vengono ospitati al canile convenzionato di Villotta di Chions (Pordenone). Il Comune corrisponderà al cittadino che si occuperà del cane abbandonato un contributo di 250 euro all'anno, per tutta la durata della vita dell'animale. L'iniziativa ha anche una finalità economica: il Comune versa al canile convenzionato di Villotta, per ogni cane abbandonato nel proprio territorio, 3.50 euro al giorno, che fanno 1.274 euro l'anno, spese sanitarie a parte. In canile ci sono 6 cani «fossaltesi»: per loro le spese in totale ammontano quindi a quasi 8.000 euro. L'iniziativa consentirà quindi un risparmio notevole. Ovviamente ogni cittadino fossaltese che aderirà all'iniziativa dovrà dimostrare di poter garantire tutte le tutele per la salute dell'animale, pena la revoca dell'adozione ed una denuncia. «A chi adotta uno dei cani di proprietà del Comune - spiega la delibera comunale -, sarà riconosciuto un contributo di 250 euro da corrispondersi entro il 30 giugno di ogni anno per tutta la durata di vita del cane, previo accertamento dell'effettivo possesso. Il contributo è elevato a 300 euro per anziani ultrasessantacinquenni e disabili soggetti che fanno ricorso alla pet therapy (certificata da un medico). E' prevista anche la possibilità - continua la delibera - di adottare a distanza un cane ricoverato presso il canile intercomunale o presso la struttura privata. L'adozione a distanza è consentita a singole persone o a gruppi di persone. All'adottante verrà rilasciato un attestato di adozione in cui vengono indicati il nome e la foto del cane. Chi adotta un cane a distanza dovrà versare mensilmente al canile convenzionato, una quota simbolica che può variare da un minimo di 10 euro a un massimo pari all'importo che il Comune normalmente versa per il mantenimento del cane».
- Stefano Zadro

 
250 euro a chi salva un cane randagio