« Vai all'archivio

Storia di Andrea, micina impallinata da una bestia umana

1^ parte
Inserito da Antonella il 07.08.2010
Storia di Andrea, micina impallinata da una bestia umana - 1^ parte

AGGIORNAMENTI AL 6 DICEMBRE 2010

Il 6 agosto 2010, una giornata afosa che si andava piano piano consumando in un tardo pomeriggio dove l'aria, satura di elettricità, preludeva al tipico violento temporale estivo...ci stavamo recando a Martellago per recuperare una micia ferita che ci era stata segnalata da una persona che l'aveva a sua volta recuperata, quattro giorni addietro, lungo un argine. Si trattava di Andrea, la micia che poi scoprimmo essere stata non investita ma IMPALLINATA!...Il ricordo di quella terribile giornata e dell'orrore provato alla vista delle condizioni in cui versava la piccola, è ben impresso nella mente...queste sono cose che non dimenticheremo mai.

Sono trascorsi quattro mesi durante i quali noi volontari siamo stati assaliti da mille dubbi, abbiamo affrontato insieme a lei una molteplicità di problemi, speranze, paure e illusioni, ma ora, guardandola, bella come il sole, piena di energia e di voglia di vivere, condizioni queste che peraltro l'hanno sempre contraddistinta, ci sembrano lontani...finalmente...

Andrea mangia, dorme, gioca, corre...si, corre, anche se in modo diverso dal consueto...insomma, ANDREA VIVE E SI GODE LA VITA!!!

A tutti vorrei dire che Andrea è una micia paralizzata ma questo non la rende diversa dagli altri: il suo handicap è più una cosa che sta negli occhi di chi non sa guardare OLTRE, di chi resta vincolato al concetto di "normalità" che noi umani siamo abituati a recepire. Andrea fa tutto lo stesso, sale sul puff che ho in salotto e tra un po' riuscirà ad arrampicarsi anche sul divano...niente male per una micia che ha dovuto obbligatoriamente trascorrere tre mesi fondamentali della sua vita nella gabbietta di una clinica...

La mia truppa pelosa l'ha accettata subito e incondizionatamente: il suo inserimento è stato più semplice e veloce di quello di ogni altro nuovo arrivato a suo tempo.

Io che la vivo tutti i giorni non riesco proprio a vedere la sua diversità e, per fortuna, non provo pietà nei suoi confronti ma tanto amore e riconoscenza per avermi fatto vivere un'esperienza tanto bella.

Noi volontari e Andrea, desideriamo ringraziare tutte le persone che ci sono state vicine durante questo lungo e difficile periodo, moralmente ed economicamente, tutti quelli che continueranno a farlo e i medici, che tanto si sono prodigati per darle una qualità di vita decorosa. Andrea non è stata adottata da una sola persona, Andrea è stata virtualmente adottata da una moltitudine di persone e quello che in qualche modo sa di "miracoloso" è che questo esserino, che da un uomo è stato brutalizzato, ha saputo far scaturire dall'animo delle tantissime persone che si sono prese a cuore la sua storia, "un mondo d'amore".

A tutti voi dedichiamo un bel primo piano e tante immagini finalmente felici della piccola.

Grazie dal profondo del cuore.

Associazione Canili Veneto.

 

LETTERINA DI ANDREA A BABBO NATALE

"Caro Babbo Natale, non ho ancora avuto la fortuna di conoscerti...sono una cucciola di gatto di nemmeno sei mesi e questo sarà il mio primo Natale.

Il mio passato è stato triste e doloroso ma ora sto conoscendo le gioie della vita: coccole, giochi, una cuccia calda e qualcuno che mi tiene sempre pulita.

Lei mi ha raccontato di te, ha detto che in questo periodo se non resta con me è perchè deve fare dei "tavoli informativi" per raccogliere fondi per me, per pagare la clinica e per soddisfare le mie necessità...dice che in questo periodo in cui si aspetta il tuo arrivo con un sacco pieno di doni, la gente è più sensibile e fa delle offerte per gli animali bisognosi...io vorrei aiutarla come posso e allora ti scrivo per chiederti queste cose che le servono per curarmi e farmi crescere forte. Ecco l'elenco:

- TRAVERSINE

- PANNOLINI PER CANI E GATTI (2-4 CHILI)

- POMATA IRUXOL

- GARZE DI FITOSTIMOLINE

- BENDE DI GARZA IDROFILA 18 X 40

- CEROTTO PER FISSAGGIO IN TESSUTO O CARTA

- RETE TUBOLARE MISURA PER COLLO E TESTA

- ALIMENTO UMIDO E SECCO INTESTINAL

Grazie Babbo Natale, grazie da Andrea, micina purtroppo paralizzata ma che ama la vita..."

Per ulteriori info: Antonella 3202318993

 

AGGIORNAMENTI AL 27 NOVEMBRE 2010

Mentre scrivo Andrea è qui, accanto a me, dorme serena...la manina sotto il musetto, le brutture del mondo finora conosciuto ormai lontane.

Andrea è in stallo da me ormai da due settimane e dopo un inizio turbolento trascorso a pulire pipì e popò, a fare aerosol, a cercare di capire quale fosse il giusto eqilibrio, la situazione si è normalizzata. Lei è fenomenale perchè sembra aver capito che le conviene far i bisognini quando sono a casa e così li fa solitamente la sera come "ben arrivata" quando rientro dall'ufficio e poi è tutta una fusa coccolosa...spesso ci addormentiamo insieme sul divano...

Credo che a chi ama gli animali e soprattutto i gatti, Andrea possa dare davvero tanto in termini affettivi...lei, nonostante il suo handicap, è una gioia degli occhi e del cuore e dopo un attimo non ti accorgi nemmeno più della sua diversità, anzi, sembra quasi l'opposto...lei è normale anzi SUPER!!! Andrea è SUPERCAT!!!

AGGIORNAMENTI AL 20 NOVEMBRE 2010

 

Mi è venuta incontro tra le braccia del veterinario, lo sguardo indagatore, la mutandina di rete tubolare a trattenere la medicazione sul sottocoda...che tenerezza!!! Sembrava un neonato e in un certo senso lo era: Andrea nasceva alla vita proprio in quell'istante...i suoi occhioni enormi si sarebbero sgranati sul mondo d'ora in avanti perchè, da quando la "bestia umana" le ha sparato condannandola ad "una vita a metà", Andrea, che ora ha quasi sei mesi, ha conosciuto solo la vita dentro ad una clinica veterinaria.

Andrea è in stallo ed ogni cosa per lei è novità: curiosa da morire, si guarda intorno e solleva persino lo sguardo al soffitto forse perchè non riesce a comprendere come mai la luce non sia sempre la stessa, come avviene solitamente in un ambulatorio veterinario, ma vari durante il giorno.

Nel lettino che le ho preparato, per darle l'opportunità di stare in sicurezza e di fare amicizia con la mia truppa pelosa, gioca con le palline e col pupazzo che le ha regalato Elena, una volontaria che si è presa a cuore la sorte di Andrea, dimostrando una carica vitale che non le è mai venuta meno e che è quella che le ha permesso di lottare e di essere ancora tra noi.

Adora stare in compagnia, interagisce amabilmente con i cani, suoi compagni di vita anche in clinica, un po' più "gatta" con i gatti...qualche soffiatina non manca ma non è per nulla una micia aggressiva.

Andrea è davvero una micina adorabile desiderosa di amre ed essere amata da bipedi e quadrupedi.

Vi lascio alla visione di alcune foto scattate in questi giorni...

 

AGGIORNAMENTI AL 6 NOVEMBRE 2010

E' arrivato il momento...il momento cha attendevamo con trepidazione...

Andrea, sabato prossimo, sarà dimessa dalla clinica.

Quando pensavamo alla dimissione di Andrea dalla clinica veterinaria dove è stata ricoverata, pensavamo ad un momento di estrema felicità, a campane che suonavano a festa nella mente e nel cuore...ad una gioia incontenibile per avercela fatta...purtroppo non è esattamente così...ovvero la gioia di andare a prendere la piccola c'è tutta ma un velo  di insoddisfazione "guasta la festa".
Andrea, la piccola grande guerriera, torna ferita dalla sua battaglia, ...non torna vincitrice...tutti questi mesi a pregare le forze dell'Universo, a pensarla, ad amarla, a volerla fortemente attaccata alla vita così come lei si è  dimostrata, non sono serviti a ridarle l'uso delle zampe: Andrea resterà paraplegica e si porterà a spasso i suoi due bastoni. Bastoni che le impediranno movimenti sciolti e il posizionamento corretto del dorso.
Ho appena concluso una telefonata con la dottoressa che la sta seguendo nel post operatorio la quale mi ha detto che non ci sono stati miglioramenti dopo il trapianto delle staminali, perlomeno non ancora e che la prossima settimana la piccola sarà dimessa. Piccola o piccolo...ancora non si sa con certezza, anche se si propende di più, vista la totale assenza di attributi maschili, per l'ipotesi che si tratti di una femminuccia, ma al momento non è la questione principale da risolvere.
Attualmente dobbiamo pensare dove portare Andrea una volta uscita dalla clinica; necessitiamo di uno stallo serio e consapevole perchè parlare di un'adozione con così poco tempo davanti è impensabile.
Andrea è disabile ed ha ancora un piccolo residuo di piaga sul sottocoda, pare abbia il controllo degli sfinteri ma poichè non riesce a spostarsi e a sollevarsi su una cassettina, seppur bassa, fa i bisogni dove si trova anche se poi cerca di muoversi per non rimanere sopra lo sporco. Abbisognerebbe di una persona che potesse occuparsi di lei e che non si assentasse per troppe ore di seguito, magari tenendola in uno spazio circoscritto quale una cucina, un box per animali o un box per bambini, quando è sola.
Nel contempo si penserà anche a farle fare un carrellino su misura al fine di consentirle il sollevamento del bacino, onde evitarle il permanente sfregamento aiutando il processo di cicatrizzazione della piaga. Solo più in là si valuterà se procedere chirurgicamente con il taglio dei tendini per consentirle il piegamento delle zampine posteriori ma attualmente ogni ipotesi risulta azzardata.
Ora, con il cuore in mano, consapevoli della difficoltà che ci sarà nel trovare un Angelo che prenda per mano il "nostro Angelo" e sia per lui il sostegno del quale ha bisogno, chiediamo a tutti voi di far girare questo appello affinchè Andrea trovi qualcuno ad attenderla una volta uscita dalla clinica, se non per sempre, come auspicheremmo, almeno per il tempo necessario a cercare in Terra un'anima buona che la sappia e la voglia amare come merita.
Al momento cerchiamo anche un "gabbione" per animali o un box per bambini all'interno del quale ospitare Andrea quando, nella nuova sistemazione, dovrà restare sola e contatti di persone che costruiscano artigianalmente carrellini per gatti disabili.
Se poi qualcuno può aiutarci nell'immane fatica del recupero fondi per pagare la clinica (2.700,00 euro circa oltre ai 1.300,00 già pagati) per le cure prestate ad Andrea può fare un bonifico sul conto corrente dell'Associazione:
Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro indicando anche la scritta di seguito (socia associazione - per Andrea)
IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Andrea".
Grazie ancora a tutti per ogni tipo di aiuto che potrete o vorrete dare.
 
Per info: Antonella 3202318993 oppure presidente@associazionecaniliveneto.it
 

AGGIORNAMENTI AL 23 OTTOBRE 2010

Dopo un'attesa più lunga del previsto per permettere alle cellule staminali di raggiungere un grado di sviluppo tale da poter procedere con il trapianto delle medesime, Andrea, la nostra piccola Guerriera, mercoledì è stata operata.

La sera stessa ho parlato con il medico veterinario che ha eseguito l'intervento e sinceramente speravo di sentirmi dire cose più gratificanti.

La situazione di Andrea è tutt'altro che rosea: procedo per gradi a ragguagliarvi su quanto mi ha detto.

In occasione del trapianto si sarebbe dovuto procedere con la "plastica" del residuo di piaga localizzato sul sottocoda ma poichè mentre Andrea era sotto anestesia gli sfinteri perdevano qualche goccia di urina e c'era traccia di feci, non si è potuto fare quest'operazione per il rischio di infezione e l'alta incidenza di rigetto.

Bisognerà tenere pulito questo piccolo spazio e medicarlo un paio di volte al giorno abbondando con una pomata cicatrizzante e isolante per evitare che il ristagno di liquidi  maceri la cute oltre che continuare con la terapia "ionoflex" alla quale Andrea era già stata sottoposta.

L'intervento di trapianto delle staminali sarebbe dovuto durare solo una decina di minuti quando invece è durato un'ora e mezza a causa dell'inquinamento dei tessuti causato dal piombo del pallino che, come ricorderete, è rimasto per almeno venti giorni all'interno del midollo rilasciando sostanze tossiche. I tessuti si sono quindi cicatrizzati in modo "anomalo" con un ispessimento degli stessi tanto che il medico, per poter inserire le cellule all'interno del midollo, ha dovuto incidere e pulire in profondità la zona.

Adesso solo il tempo potrà dirci se le staminali serviranno a migliorare la situazione ovvero se daranno un input alla situazione neurologica oppure no...

Per quanto riguarda la condizione degli arti posteriori la stessa è da considerarsi disastrosa...le zampe di Andrea sono rigide come due bastoni nonostante le numerose sedute di fisioterapia; la piccola ha trascorso troppo tempo in totale abbandono dopo che è avvenuto il raccapricciante fatto, così al danno dell'impallinamento si aggiunge quello del mancato tempestivo soccorso...sfortuna che si aggiunge alla sfortuna...

A tutto ciò che di negativo mi sono sentita dire e che vi riferisco si contrappone, una volta di più, la forza e la voglia di vivere della nostra piccolina che già il giorno dopo l'intervento riprendeva a mangiare come un lupetto, a chiamare le veterinarie per farsi coccolare e a fare sonoramente le fusa per manifestare il grande mondo d'amore che ha nell'animo...

Davvero non so che dire se non chiedervi ancora una volta di stare vicino a questa dolce creatura...lei ce la sta mettendo tutta, noi facciamole sentire che non è sola...e speriamo ancora in un miracolo. Speriamo che l'ipotesi migliore prospettata dal medico, e cioè che Andrea se camminerà lo farà con le zampe rigide, con un incedere un po' robotizzato, trovi riscontro nella realtà. Non importa se Andrea camminerà in modo "strano", importante è che possa muoversi con un minimo di indipendenza e ritornare alla vita, quella vera, quella fuori da un ospedale che l'ha vista entrare cucciola e crescere lì dentro per colpa di un "vero bastardo"...una vita che possa ripagarla del male subito, con qualcuno che possa prenderla con se' e darle tutto l'amore che merita perchè quello che ha affrontato, con forza, determinazione, solarità e potremmo dire persino "allegria", non sia stato vano...

AGGIORNAMENTI AL 6 OTTOBRE 2010

Andrea…Andrea è dal 6 di agosto u.s. che ci tiene con il fiato sospeso, ovvero da quando l’abbiamo trovata, piccolo mucchietto di pelo, piaga e ossa…Mai, prima, ci era capitato di vivere una storia del genere, soprattutto una storia così lunga e difficile nel produrre risultati definitivi ma l’importante è che Andrea è ancora qui con noi, sempre più aggrappata alla vita e, la gioia che ci comunica ogni suo piccolo passo verso una condizione di esistenza accettabile, è grande.
Andrea sta facendo fisioterapia ed a questo proposito indico il link dove è possibile vedere dei video con la nostra piccina protagonista. Nei filmati si può vedere la manipolazione degli arti posteriori, la messa in posizione eretta, la contrazione indotta e la terapia "ionoflex" per curare la piaga.
Andrea è attiva e reattiva, dolcissima, collaborativa e tutto il personale della clinica ne è conquistato.
Mi raccontano che è una gattina molto socievole e che adora i cani che condividono spazi e "avventura medica" con lei. Poichè le giornate in clinica non sono molto interessanti e un gattino della sua età è molto curioso, è spesso lasciata libera e così si aggira per le stanze e i corridoi a scambiare qualche miagolio con gli altri degenti.
Nei prossimi giorni sarà sottoposta a una piccola plastica per chiudere definitivamente il residuo di piaga del sottocoda e poi al trapianto delle cellule staminali...in qualsiasi Entità Suprema crediate pregate per la piccola e incrociamo tutto quello che possiamo.
Se dopo il trapianto delle staminali e quindici giorni di fisioterapia non ci dovessero essere risultati soddisfacenti bisognerà pensare ad un altro intervento, probabilmente quello definitivo: il taglio dei tendini per permettere alle zampine posteriori il piegamento all'indietro al fine di poterla posizionare su un carrellino e farle assumere una postura più "aerodinamica" nonchè per darle la possibilità di muoversi un pochino in autonomia senza "strisciare" sulla parte che era piagata e perciò più delicata.
Speriamo, a breve, di andarla a trovare in clinica per coccolarla un po' e per farle capire che non l'abbiamo abbandonata, anzi, lei è sempre nei nostri pensieri.
La nostra attività di questi ultimi mesi è pressochè concentrata nella raccolta fondi per pagare le spese di cure mediche e degenza di Andrea.
Ringraziamo tutti coloro i quali ci stanno aiutando con collette o cassettine nei luoghi di lavoro, chi passerà a trovarci sabato 9 novembre p.v. a Venezia, in Campo San Geremia, dove saremo presenti con un tavolo per raccolta fondi e, ancora, chi volesse effettuare un bonifico sul conto corrente dell'Associazione:
Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro (socia associazione-contributo per Andrea)
IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Andrea".
Se ad Andrea sarà concesso di vivere in modo decoroso, anche per un gatto, il merito sarà di tutti voi che avete permesso le sue cure e, seppur a distanza, le avete fatto sentire che un essere umano sa anche amare.
Grazie.
Antonella - Associazione Canili Veneto

http://www.steekr.com/n/50-17/share/LNK37364ca49afeae733/

altri due video di Andrea, uno mentre gioca (più lungo di quello caricato in cartella sul link sopraindicato) e uno mentre fa ginnastica in piscina.


 

Abbiamo pensato di pubblicare qualche commento ricevuto da parte di alcune persone che stanno seguendo la situazione di Andrea. Eccoli di seguito.

"Piccolo tesoro, che tenerezza e quanta pazienza hanno quelle persone, davvero speciali!
Sono sicura che andra' tutto per il meglio e anche se magari non camminerà come gli altri gatti, si farà dignitosamente onore.
Spero di cuore possa trovare tanto amore in una famiglia.
Continuerò a pregare per lei. Katia S.!

"Andrea è bellissima, e anche se sarà lunga e faticosa, anche se un bastardo l'ha condannata ad un'infanzia di sacrificio e l'ha privata dei giochi , noi tutti abbiamo un obbligo nei confronti della sua vita, ridarle tutto quello che un essere appartenente alla nostra specie le ha tolto. Dobbiamo renderle tutto con gli interessi, dobbiamo collaborare tutti per il suo recupero e per farle trovare quello che è giusto che abbia ..Amore, casa, famiglia, giochi e una mano che alla sera, mentre si addormenterà, le faccia scordare quell'Orco che un giorno lei ha incontrato mentre giocava spensierata. Andrea sente tutto questo, basta guardarla negli occhi e leggere tutto il mondo che lei ha dentro e dal quale la maggior parte degli esseri umani sono lontani anni luce. Andrea ti amo. Elena"

"Ciao, sono Luciana e sono veramente contenta che stia migliorando. Spero i primi di ottobre di poterVi mandare un altro bonifico come il primo. Un grosso saluto e un ringraziamento per tutto quanto fate. Saluti. Luciana"

AGGIORNAMENTI AL 20 SETTEMBRE 2010

Per tutti quelli che sono stati "catturati" dalla vicenda di Andrea, micina impallinata, per tutti quelli che sono inorriditi alla luce di tanta efferatezza, per tutti quelli che forse ancora non la conoscono ma riceveranno questa mail, eccoci a raccontare l'attuale andamento della situazione.
Andrea, dopo l'intervento e il post ha cominciato la fisioterapia nel tentativo di rendere "mobili" le zampe posteriori e la veterinaria, appena sentita, mi ha detto di essere contenta di come stanno andando le cose.
La piccola è eccezionale, con la gioia di vivere nell'animo, di buon carattere, collaborativa e molto ben socializzata, il che facilita le manipolazioni dei fisioterapisti; fa ginnastica passiva e anche ginnastica in acqua. Gli arti sono ancora rigidi ma manualmente si riesce a farglieli piegare un pochino, cosa che prima era impossibile. La rigidità  degli arti ricordava due bastoni mentre ora, anche se si tratta di contrattura ridotta e indotta la cosa fa sperare...
La ferita del sottocoda si è quasi completamente rimarginata, a tal proposito allego una foto fatta da Veronica, la volontaria che si trova in loco. Si tratta di un primo piano e vista così sembra ancora piuttosto grande mentre Veronica dice che avrà le dimensioni di una moneta da 2 euro. Rispetto a quando l'abbiamo trovata la ferita si è "rimpolpata", l'osso non è più esposto e la pelle risulta abrasa per una superficie alquanto ridotta. Andrea mangia sempre con estremo appetito, le dottoresse, tutte innamorate di lei, la viziano comprandole addirittura il salmone e non appena hanno un attimo se la prendono in braccio e se la coccolano...per fortuna, perchè è molto triste pensare ad una cucciola costretta a trascorrere la sua infanzia in una gabbietta di una clinica!
I bisogni fisiologici sembrano essere controllati da Andrea e questa è una buona cosa perchè non ha bisogno di "svuotamenti" manuali e le feci sono per lo più solide.
Insomma, Andrea, fisicamente sta bene e risponde.
Sono in attesa di ricevere dei video dalla clinica dove si possa vedere Andrea all'opera durante le sedute di fisioterapia in acqua. Spero di poterle avere a breve anche se le veterinarie sono subissate di lavoro.
Fra qualche settimana, quando la coltura delle cellule staminali sarà completata, la piccola sarà sottoposta all'intervento che forse potrà portare ad un miracolo. Chiedo a tutti, ancora e ancora, di mandare un pensiero positivo e di amore alla piccolina che, pur così provata, è forte e determinata.
Un abbraccio forte forte, piccola Grande Guerriera Andrea.

 
Le spese mediche sono elevate e PER REALIZZARE IL SOGNO DI ANDREA abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti...anche un piccolo aiuto, per poter continuare con la fisioterapia altrimenti saremo costretti a stoppare le cure lasciando Andrea così com'è e allora tutto sarà stato vano.
Per Andrea potete effettuare un bonifico su Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro (socia associazione)
IBAN: IT12A0316901600000312461247 avente per causale "un aiuto per Andrea".
Grazie di cuore a tutti...
 
Antonella - Associazione Canili Veneto

 
AGGIORNAMENTI AL 4 SETTEMBRE 2010

Andrea...Andrea migliora. Ogni giorno che passa ci conferma di aver fatto la scelta giusta, quella di dare alla piccola un'opportunità di vita, quella che lei tanto fortemente aveva chiesto.

Clinicamente Andrea sta bene, il raffreddore è guarito, la piaga, con le cure fatte nella clinica dove si trova ricoverata, si sta rimpicciolendo e l'osso non è più esposto. La cicatrice dell'intervento è guarita, lei è aumentata di peso e anche gli occhi sono belli puliti e sgranati sul mondo.

Come la definisce Veronica, la volontaria che si è offerta di seguirla in loco e di ospitarla qualora possa uscire dalla clinica il fine settimana, Andrea "è spaziale" e di un'intelligenza stratosferica...sono tutti pazzi per lei! E' la forza che ha dentro di sè a renderla unica, quella che le ha permesso di sopravvivere anche in condizioni incompatibili con il suo stato e con la vita. Andrea insegna e molti umani dovrebbero imparare.

Il veterinario che l'ha operata non si sbilancia ancora, dice che gli arti posteriori sono rigidi, atrofici, e al momento sono la cosa che più lo preoccupa, si sta facendo fisioterapia prima di procedere con altre cure. Il midollo non è del tutto compromesso e la cosa fa ben sperare ...La piccola, quando le puliscono le orecchie, per esempio, cerca di grattarsi con le zampine paralizzate...per noi che l'abbiamo vista in condizioni devastanti questo è già un piccolo miracolo e questo miracolo ci dà la forza e lo stimolo per continuare...possibilmente con l'appoggio di chi è sensibile alla sofferenza di creature innocenti.

Parafrasando una canzone bellissima di Battiato, "La cura"  rivolgiamo la nostra richiesta di aiuto per lei perchè..."Andrea è un essere speciale e noi avremo cura di lei"...

Pubblichiamo le foto scattate oggi 4 settembre 2010

AGGIORNAMENTI AL 27 AGOSTO

La situazione della micina Andrea è costantemente monitorata e le informazioni sullo stato attuale della piccola, date dallo stesso veterinario che l'ha operata, sono le seguenti: "Andrea sta abbastanza bene tranne per una leggera rinite che viene curata con un antibiotico. La ferita operatoria è completamente guarita e le sue cellule stanno crescendo bene. Questa settimana inizierà la fisioterapia anche se i suoi arti posteriori sono piuttosto spastici e gli esercizi non saranno di facile esecuzione".

Da mercoledì 25 agosto la piccola Andrea è stata trasferita in un'altra clinica dove sarà sottoposta a sedute di fisioterapia al fine di aiutare la situazione di atrofia in cui versano gli arti posteriori.

Di seguito potrete vedere le immagini della radiografia di Andrea e la foto dell'intervento.

Questa la situazione clinica. Per quanto riguarda l'aspetto più "umano" della vicenda posso dire che la piccola, poichè distante, è seguita da una volontaria della provincia di Milano, la stessa che sta seguendo Hermione. Ieri mi ha detto di essere stata a trovarla e di averle fatto dei massaggi alle zampine...beh... ci credete? Andrea, come tutti i cuccioli tentava di giocare con le mani di Veronica... questa piccola, così provata dagli eventi tragici accaduti non ha perso la voglia di interagire con l'uomo e ci insegna a non arrenderci...mai...Andrea, sei una forza e noi ti siamo accanto...

Appena possibile i prossimi aggiornamenti. 

Questo bellissimo video, realizzato da Giusy Melillo, per raccontarvi la storia di Andrea...per starle accanto ora più che mai.

 

AGGIORNAMENTI AL 19 AGOSTO 2010

Ogni giorno sento la clinica per avere informazioni della piccola e dolce Andrea ma non essendoci al momento cambiamenti così importanti da un giorno all'altro ho pensato di aggiornare tutti voi con cadenza settimanale.

La situazione di Andrea è di cauto ottimismo. La diarrea che l'affliggeva è meno importante ed è in via di miglioramento, i tremori sono scomparsi. La piccola è vigile, ha sempre fame sia di cibo che di coccole. Qualche piccolo sintomo da tener sotto controllo per capire eventualmente a cosa ricondurlo quale un singhiozzo che si ripete nell'arco della giornata e un po' di raffreddore...per il resto è troppo presto fare qualsiasi tipo di previsione. La piaga è stazionaria ma si sapeva che sarebbe stata lunga la strada della guarigione.

Andrea è comunque una gattina vitale, quando passa qualcuno lei lo chiama miagolando e insiste finchè questi non si avvicina. Allora incomincia a fusare alla grande ed è contenta solo quando riceve una marea di coccole. Lo stesso personale medico dice che Andrea è una gattina davvero speciale perchè nonostante quello che ha subito ha ancora tanta fiducia nell'essere umano, sembra quasi consapevole che l'uomo si divide in due categorie: "la bestia umana" e l'essere umano "benefico" e lei a quest'ultimo si aggrappa con tutta la sua voglia di vivere.

Ringrazio ancora una volta tutti voi, così numerosi, che chiedete costantemente di Andrea. Vi chiedo di continuare ad interessarvi a lei e di farle sentire la vostra solidarietà ed amore perchè in questo momento è ciò di cui Andrea ha più bisogno.

Vi lascio con due foto di Andrea nella gabbietta della clinica qualche giorno dopo l'operazione...

Credo di interpretare il pensiero di tutti..."Andrea, un grossissimo bacio da parte dei tuoi papà e mamme a distanza, forza piccola, noi siamo tutti accanto a te!"

 

AGGIORNAMENTI AL 15 AGOSTO 2010:

Andrea...anche se lontana ci è sempre vicina, nei nostri pensieri, nei nostri occhi e nel nostro cuore.

Abbiamo sentito la clinica anche oggi, giorno di Ferragosto. La piccola è stazionaria, mangia e gioca con le palline, miagola per richiamare il personale della clinica che passa vicino alla sua gabbietta di degenza e chiede coccole, tante coccole: Andrea è una micina coccola-dipendente! Tutto il personale l'adora ed è rimasto colpito da questa cucciola che sembra aver già dimenticato il dramma subito per opera di "una bestia umana"...lei è fiduciosa con chiunque le presti attenzione e forse sarà corsa incontro anche a chi poi l'ha ridotta in questo stato...Vorremmo far sapere a questo essere tutto il disprezzo e lo schifo che proviamo nei suoi confronti...troppo facile prendersela con chi non può difendersi, si dimostra solo la propria viltà.

Purtroppo persiste una forte diarrea che non aiuta la cicatrizzazione della lesione sotto la coda e che costringe a frequenti pulizie e medicazioni ma confidiamo che nei prossimi giorni la situazione migliori.

 

AGGIORNAMENTI AL 13 AGOSTO 2010:

Andrea, il nostro piccolo grande amore, è stata operata ieri. Le è stato asportato il pallino che, sparato con un fucile ad aria compressa, le si era conficcato nel midollo spinale, fra la quinta e la quarta vertebra lombare. Il pallino ha trascinato con sè un grumo di peli che avevano ormai avvolto la capsula in una guaina, insieme ad un sacco di batteri che avrebbero creato problemi di infezione molto gravi se fosse rimasto dov'era e, udite udite, ci hanno detto che la piccola versava in quelle condizioni da almeno venti giorni!!!

Come abbia pouto sopravvivere in quello stato per tanto tempo, persino con condizioni climatiche avverse (trombe d'aria e allagamenti che hanno colpito la zona), in aperta campagna, possibile preda di animali selvatici, topi e nutrie, resterà un mistero e l'unica risposta che possiamo darci è legata alla sua grandissima voglia di vivere.

Scongiurato il pericolo del corpo estraneo in midollo, rimane l'interrogativo di come si evolverà la situazione e, al momento attuale, nessuno può dirlo...possiamo solo stare vicini ad Andrea che si è ripresa alla grande dall'operazione, mangia come un piccolo lupetto e fa le fusa solo se la si guarda...povera piccola, ha un immenso bisogno di dare e ricevere amore. Speriamo, per il momento, che intanto le arrivi il nostro...in moltissimi, nonostante le vacanze, avete chiesto di lei, vi siete interessati al suo caso e volete aiutarla. Continuate così perchè ora più che mai Andrea ha bisogno di tutti noi...voi...

 

AGGIORNAMENTI ALL'11 AGOSTO 2010:

ANDREA...LE PAROLE NON BASTANO

Le parole non bastano per esprimere l'orrore, il raccapriccio e la rabbia per quello che è successo ad Andrea, minuscola gattina di soli tre mesi (si, alla fine si è visto che si tratta di una femmina), impallinata da un soggetto che non si può chiamare uomo e che a chiamarlo bestia è ancora un complimento!!!
Le parole non bastano per raccontare la miriade di emozioni che questa piccola è riuscita a scatenare con la sua voglia di vivere, con il suo modo di essere, in noi volontarie che abbiamo avuto la fortuna di conoscerla...in questi giorni Andrea ci ha cambiato la vita e ci ha dato uno stimolo in più per combattere chi fa loro del male, chi li ignora, "chissenefrega"...
Andrea è Andrea...una forza della Natura, quella con la N maiuscola...
Se sono qui a scrivere di lei e per lei è perchè ha dimostrato un attaccamento alla vita e una voglia di farcela propria di una grande Anima, la sua dolcezza e la sua tenerezza disarmano e toccano i cuori più duri e insensibili...Andrea ha subito il sadismo e la pazzia da parte di un bipede e ora ad altri bipedi io chiedo di chiederle perdono aiutandola a ritrovare la speranza di vivere.
Andrea, a sentire i veterinari di una clinica veterinaria del Veneto, doveva essere soppressa ma noi non ci siamo state a farle chiudere gli occhi per sempre e l'abbiamo trasferita in una clinica lombarda dove domani sarà operata.
Ecco la diagnosi del veterinario che l'ha visitata:
"La visita neurologica e l'esame di risonanza magnetica eseguiti oggi su Andrea, evidenziano che la piccola ha subito un grave danno al midollo spinale fra la quarta e la quinta vertebra lombare. Un proiettile, di un fucile ad aria compressa, è penetrato attraverso i muscoli lombari e la colonna vertebrale ed è rimasto all'interno del canale vertebrale. La lesione l'ha resa paraplegica e senza la sensazione del dolore profonda. Domani la micia verrà operata per estrarre il proiettile e valutare con più precisione le lesioni al midollo."
Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti voi, economicamente parlando, per darle questa speranza.
Le possibilità di un'Associazione sono pressochè inesistenti ma non possiamo fermarci davanti a questa difficoltà materiale perchè Andrea è molto di più e la sua vita vale molto di più di un problema di denaro...Andrea è una Vita che va difesa, tutelata, rispettata e amata.
Siete stati tantissimi a rispondere al primo appello con richiesta di adozione o stallo, in molti avete chiamato e chiesto informazioni su questo piccolo e dolcissimo esserino. Vi chiediamo di non abbandonarla ora e di aiutarci a darle una speranza, per quanto esile possa essere, di avere una vita...magari normale. A volte i miracoli accadono e noi vogliamo crederci...
In allegato la prima fattura, quella della clinica con prognosi infausta, che comunque dovremo pagare e le immagini della risonanza fatta invece nella clinica dove Andrea è attualmente ricoverata nonchè le foto della giornata di ieri relative al trasferimento di Andrea dalla cliniva veneta a quella lombarda.
Per contribuire alle spese mediche di Andrea potete effettuare un bonifico su:
Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro (socia associazione) IBAN: IT12A0316901600000312461247   comunicandoci via mail i vostri dati e l'avvenuto versamento (e l'importo), comprensivo di causale (un aiuto per Andrea) alla casella di posta
presidente@associazionecaniliveneto.it
Ringraziamo fin da subito coloro i quali, prendendo a cuore la situazione della piccola Andrea, ci aiuteranno ad andare avanti in questo percorso non facile per poterle donare una speranza di vita, quella vita che un bastardo, in una calda giornata estiva, non ha esitato, per sadismo e "malato divertimento" a rovinarle.
Associazione Canili Veneto

 

 

Non potendo ricordare e ringraziare una per una le persone che ci hanno contattato chiedendo di Andrea approfittiamo di questa pagina. Il vostro sostegno, anche morale, è prezioso. Su questo sito potrete seguire gli aggiornamenti sulla vicenda.

 

APPELLO INIZIALE:

ANDREA, FIGLIO DI UN DIO MINORE, 1 KG E 176 GRAMMI DI VOGLIA DI VIVERE...

Animali...figli di un dio minore e il loro dio siamo noi. Decidiamo del loro benessere o del loro malessere, la loro protezione o il loro maltrattamento, la loro vita e la loro morte ma a volte è molto difficile decidere, soprattutto quando in un gattino di tre mesi leggi negli occhi la determinazione e la voglia di vivere.

Ci hanno chiamato per un gattino che da 4 giorni si trovava in un giardino di un privato con difficoltà a muoversi. Siamo andati a prenderlo pensando si trattasse di un piccolo incidente perchè la persona che ci ha chiamato diceva che "camminava anche per mezz'ora".

La situazione che ci siamo trovati davanti era molto più drammatica.

Il sottopancia (completamente inesistente) tanto da non capire se si tratta di un maschio o di una femmina. Da qui il nome Andrea, che va bene per entrambi.

Ad un primo soccorso veterinario ci hanno chiaramente detto che la situazione era critica ma non disperata ma non potendo far degenza ci hanno indirizzato ad una clinica.

Appena arrivati ci hanno parlato della gravità della situazione, il gattino è paralizzato e non controlla gli sfinteri.

E' stato medicato e fasciato e questa mattina gli sono state fatte le radiografie che evidenziano la presenta nel midollo, ormai compromesso, di un corpo estraneo e non un trauma dovuto ad un incidente d'auto, come inizialmente si pensava. Andrea è stato impallinato.

Un bastardo, un dio "maligno" ha decretato lo stato attuale di Andrea; il micio è in quelle condizioni da almeno dieci giorni, ha un'atrofia agli arti inferiori, una zampa definitivamente compromessa e una che riesce parzialmente a muovere.

Ci hanno consigliato di farlo sopprimere perchè un'assoziazione, a loro modo di vedere, deve investire forze fisiche ed economiche per gli animali "sani".

Andrea ha resistito in quelle condizioni, da solo, dieci giorni, per cercare di sopravvivere si è mutilato i genitali sul cemento, sui sassi e si è trascinato fino a questo giardino in cerca di aiuto.

E giusto sopprimerlo?

Stringeva con la zampina la mano della volontaria, faceva i "ponfi" e le fusa...parlava con gli occhi, forse chiedendosi chi eravamo e con la testina premuta contro le pareti del trasportino cercava coccole.

E' giusto sopprimerlo?

Per lui cerchiamo una persona (eventualmente anche uno stallo a lungo termine) che possa prendersi cura di lui tenendo presente che sarà un gattino disabile, che va aiutato a espletare i suoi bisogni fisiologici.

Forse gli potrà essere fornito un carrellino...c'è un dio minore per lui che possa donargli la vita?

Andrea non sarebbe il primo gattino disabile ad essere adottato...leggete la storia di Witt, ora Ravel, adottato a Padova.

Purtroppo per decidere della sua vita o della sua morte abbiamo solo 1/2 giorni.

Per informazioni Antonella 3202318993 

Storia di Andrea, micina impallinata da una bestia umana
Andrea al primo soccorso veterinario -
Andrea, nonostante tutto, ha fame... -
Andrea, nonostante tutto, ha fame... -
Andrea in clinica -
Andrea in clinica - Ad Andrea non piaciuto lavarsi ma in compenso adora il morbido dell'asciugamano dopo aver trascorso dieci giorni a "grattarsi" per terra e sul cemento...ha fatto di quelle fusa accoccolandosi l dentro!!!
Andrea in clinica - Ad Andrea non piaciuto lavarsi ma in compenso adora il morbido dell'asciugamano dopo aver trascorso dieci giorni a "grattarsi" per terra e sul cemento...ha fatto di quelle fusa accoccolandosi l dentro!!!
Andrea in gabbietta in clinica -
Andrea durante il viaggio in macchina - Andrea in macchina, sdraiata su un cuscino sulle mie ginocchia. Per tutto il viaggio non ha mai pianto, ha sonnecchiato pretendendo il palmo della mia mano come cuscino e poggiando la sua zampina che faceva i ponfi.
- Ogni tanto si svegliava e si guardava in giro curiosa poi mi "sparava" i suoi occhioni diretti nei miei...che dolce!
- meravigliosa creatura...
- coccole...
- nanne...
foto forti... - Andrea dal veterinario...
- avviso di fattura della clinica in Veneto dove Andrea stata inizialmente ricoverata
Andrea in clinica -
Andrea in clinica -
Articoli apparsi sui quotidiani locali - anche la stampa locale si occupata della drammatica storia di Andrea
Articoli apparsi sui quotidiani locali - anche la stampa locale si occupata della drammatica storia di Andrea
RX Andrea -
Asportazione proiettile dal midollo di Andrea -
Andrea in clinica - Andrea, piccolina, noi siamo con te e tifiamo per te...di che ce la fai!!!
Andrea - 4 settembre 2010
Andrea - 4 settembre 2010
fattura clinica - pubblichiamo la 1^ fattura della clinica e cio quella relativa all'asportazione del pallino e al trapianto delle staminali. Seguiranno le altre fatture relative alle spese per la fisioterapia
il difficile processo di cicatrizzazione della piaga -
Andrea nella "navetta spaziale" regalo di zia Roberta -

Altre foto ...

Andrea al primo soccorso veterinario -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
Andrea, nonostante tutto, ha fame... - Andrea, nonostante tutto, ha fame... - Andrea in clinica -
Andrea in clinica - Ad Andrea non  piaciuto lavarsi ma in compenso adora il morbido dell'asciugamano dopo aver trascorso dieci giorni a Andrea in clinica - Ad Andrea non  piaciuto lavarsi ma in compenso adora il morbido dell'asciugamano dopo aver trascorso dieci giorni a  -
 -  -  -
 - Andrea in gabbietta in clinica - Andrea durante il viaggio in macchina  - Andrea  in macchina, sdraiata su un cuscino sulle mie ginocchia. Per tutto il viaggio non ha mai pianto, ha sonnecchiato pretendendo il palmo della mia mano come cuscino e poggiando la sua zampina che faceva i ponfi.
 - Ogni tanto si svegliava e si guardava in giro curiosa poi mi  -  -
 - meravigliosa creatura... -  -
 -  -  -
 - coccole... - nanne...foto forti... - Andrea dal veterinario...
 -  -  -
 -  -  - avviso di fattura della clinica in Veneto dove Andrea  stata inizialmente ricoverata
 - Andrea in  clinica - Andrea in  clinica -
Articoli apparsi sui quotidiani locali - anche la stampa locale si  occupata della drammatica storia di AndreaArticoli apparsi sui quotidiani locali - anche la stampa locale si  occupata della drammatica storia di AndreaRX Andrea -
Asportazione proiettile dal midollo di Andrea - Andrea in clinica - Andrea, piccolina, noi siamo con te e tifiamo per te...di che ce la fai!!!Andrea - 4 settembre 2010
Andrea - 4 settembre 2010 -  -
fattura clinica - pubblichiamo la 1^ fattura della clinica e cio quella relativa all'asportazione del pallino e al trapianto delle staminali.
Seguiranno le altre fatture relative alle spese per la fisioterapia -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  - il difficile processo di cicatrizzazione della piaga -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
 -  -  -
Andrea nella "navetta spaziale" regalo di zia Roberta -  -  -
 -  -  -