« Vai all'archivio

"Le Amiche di Lù" sono allo stremo...hanno bisogno dell'aiuto di tutti

per dare loro la possibilità di continuare ad aiutare animali che si trovano in situazioni da incubo
Inserito da Antonella il 17.04.2010
"Le Amiche di Lù" sono allo stremo...hanno bisogno dell'aiuto di tutti - per dare loro la possibilità di continuare ad aiutare animali che si trovano in situazioni da incubo

Non avrei mai voluto dover scrivere queste lettera a nome mio e delle mie amiche, ma sono costretta perchè è l'unica possibilità che abbiamo prima di mollare tutto.
Dalla scorsa estate, periodo in cui le emergenze sono anche comprensibili, purtroppo non siamo ancora riuscite ad arrivare ad un equilibrio che ci consenta di continuare a lavorare in strada a Napoli senza impazzire.
Chi conosce noi o la nostra città sa perfettamente cosa significhi vivere in un posto che ogni giorno diventa la TOMBA per centinaia di animali indifesi, ignorati dalle persone quando va bene e torturati quando va male. Tutti conoscete almeno uno di questi nomi: Amos, Totò, Bianchina ed Ettore: sono i casi più eclatanti che abbiamo seguito, quelli in cui l'uomo ha mostrato tutta la sua bestialità e paradossalmente la "fama" dell'orrore di cui sono stati oggetto ha garantito ad alcuni una visibilità che fortunatamente si è tradotta in una meravigliosa adozione ( nel caso di Ettore e forse a breve anche per Totò ed Amos...).
Le cure necessarie per queste povere creature, sono state costosissime e se a loro aggiungiamo le decine di cani e gatti che abbiamo nelle pensioni è facile comprendere quanto la situazione sia difficile. In questa città ci sono più animali abbandonati che persone e d'altronde se fossimo indifferenti non avremmo scelto di fare le volontarie, ma oggi la situazione è diventata insostenibile. I nostri telefono squillano continuamente non per richieste di adozioni, ma per le DECINE di bastardi ingnoranti, impazienti di sbarazzarsi dei loro cani e dei loro gatti padronali e noi IMPOTENTI E PIENE DI RABBIA siamo costrette a sottostare a questi schifosi ricatti per evitare che siano gli animali gli unici a rimetterci: qui l'abbandono è la soluzione del problema, tanto il microchip a Napoli è un'illustre sconosciuto. Per questo ce li "accolliamo": li prendiamo e li mettiamo in pensione in attesa di adozione, perchè in questo inferno non esistono stalli e quei pochi che raramente si trovano sono costosissimi, nell'ordine di 5-10 o anche 20 euro al giorno.
Abbiamo 30 cani ed altrettanti gattiin pensuione: stamattina siamo andati a trovare 4 cagnetti che in 4 arrivano a 15 kili ed erano fradici di acqua, perchè nella pensione puliscono le gabbie senza far uscire i cani e se un cane è alto 20 centimetri da terra non può che essere fradicio d'acqua...Siamo uscite piangendo.
Abbiamo debiti enormi con le pensioni e le cliniche veterinarie: la mancanza di stalli ci ha costrette ad utilizzare le cliniche come stallo perchè non abbiamo alternative se non la strada.
Persino i canili (eviterò di fare nomi) di grandi associazioni danno i nostri numeri di telefono, non per le adozioni ma per farci mollare ancora altri cani: riuscite ad immaginare un canile con 600 cani e sovvenzioni milionarie che da i nostri numeri di telefono...........????!!!!!!!!
Noi siamo delle impiegate che vivono dei loro stipendi e nonostante il grande aiuto ricevuto nei mesi scorsi grazie al progetto di Amicicani (che non smetteremo mai di rigraziare) purtroppo non riusciamo più a fare fronte alle spese.
A chi volesse aiutarci, saremo felici di dare in privato  gli IBAN delle pensioni e delle Cliniche Veterinarie, non ci interessa maneggiare nemmeno un euro vogliamo solo pagare i debiti e trovare qualcuno che ci offra STALLI gratuiti o meno costosi altrimenti da questa situazione non si uscirà mai. Purtroppo molte cose non possiamo raccontarle in questa sede ma in privato siamo disponibili a spiegare anche i motivi per i quali moltissimi cani cittadini, per evitare che entrino in uno dei meravigliosi canili lager di cui la campania è piena, finiscono a noi .
In questo momento abbiamo ben 5 mamme gatte con famiglia da sistemare e due di loro sono purtroppo in strada a rischio perchè NON ABBIAMO STALLI e perchè in clinica se un'animale sta bene giustamente viene dimesso...
Ci è stata appena segnalata una barbona che maltratta 10 cani a Fuorigrotta. Noi siamo disponibili ad intervenire anche domani ma non siamo in grado di accollarci il pagamento della pensione nemmeno di un altro cane figuriamoci di dieci. Per questo se avremo offerte di stallo e di aiuto per pagare la pensione volentieri possiamo mettere in salvo questi cani ed organizzare una staffetta per loro per portarli ovunque ci sia qualcuno fidato che voglia farsene carico fino all'adozione. Diversamente sarà la prima volta di tutte le volte in cui dovremo voltarci dall'altra parte.
Aiutateci anche dando visibilità agli appelli dei nostri animali: i nostri cani sono arrivati feriti, investiti, denutriti e ricoperti di zecche, li abbiamo curati nell'aspetto ma non possiamo farlo nell'animo finchè resteranno in canile: con il tempo le sbarre hanno tolto loro anche la voglia di avvicinarsi alla rete per avere una carezza. Alcuni di loro non escono nemmeno più dalla cuccia, trascorrono la giornata con lo sguardo fisso nel vuoto, senza nessuna speranza. E noi oggi non siamo più nemmeno in grado di aiutarli, nè quelli che già ci sono nè altri dinanzi ai quali dobbiamo chiudere gli occhi e volgere lo sguardo altrove facendo finta di non averli  MAI visti .      
Io non credo di dover raccontare quello che noi facciamo, non è compito nostro, ma chi ci conosce anche solo un poco sa che non sto mentendo quando dico che cerchiamo disperatamente e con tutte le nostre forze di intervenire tutta le volte che  è fisicamente possibile :  ma la  nostra guerra quotidiana in questa terra malata ci ha ridotte  allo  STREMO ECONOMICAMENTE E MORALMENTE: senza armi  e DA SOLE non abbiamo nessuna speranza di vincerla. E non lo diciamo per noi ma per i nostri animali per i quali siamo forse l'unica speranza di vita che abbiano mai avuto.
 
Irene e le "Amiche di Lù"  
 Per conoscere tutti i nostri amici che cercano famiglia vai ai link: www.amichedilu.it
http://amichelu.misha.cc/           http://www.amicicani.com/amichelu        http://www.lagrandecuccia.it/Gruppo_Amiche_di_Lù.htm

Se volete aiutare i nostri cani ed i nostri gatti  sosteneteci:
 
IBAN: IT67 N069 3065 7800 0000 0001 218
intestato ad Associazione AmiciCani
causale: I Pelosi delle Amiche di Lù
 
Postepay intestata ad Irene Magni n°4023600456216631
 
P.S. Non dimenticare di avvertirci così da poterti ringraziare
 

"Le Amiche di Lù" sono allo stremo...hanno bisogno dell'aiuto di tutti

Altre foto ...

 -  -