Felicetto...la felicità solo nel nome...

Inserito da Antonella il 29.03.2009
Felicetto...la felicità solo nel nome... -

Ogni volta, prima di entrare in un canile, il mio cuore va per i fatti suoi. Mi prende un'agitazione, un'ansia, un "magone" perchè non ho risposte immediate, risposte certe da dare a quegli occhi, centinaia di occhi che incontrerò.

Occhi dolci, speranzosi, ottimisti, tristi, dillusi, disperati...occhi che raccontano una vita, cento vite, ognuna diversa dall'altra, ognuna uguale alle altre nel raccontare un tradimento e un abbandono.

Felicetto è uno di loro ed ha quegli occhi, l'unica traccia di felicità nella sua vita sta solo nel nome che una volontaria ha voluto dargli con la speranza che fosse di buon auspicio.

Ma Felicetto, giovane lupoide di media taglia è sempre lì e si sta lasciando andare, ogni giorno di più scava nel suo cuore e nella sua mente il "virus" della depressione che mano a mano lo sta divorando.

Felicetto soffre più di altri la prigionia, la permanenza in un box senza possibilità di movimento, la mancanza di una voce umana che lo "accarezzi" così come di una mano che trasmetta amore.

Felicetto si è anche ammalato in canile, una di quelle malattie che alla gente fa tanta paura. Solo il nome "leishmania" fa dire a chi volesse adottarlo "no, no...non me la sento! ho altri cani e non posso far loro rischiare di ammalarsi...no, non posso pensare di prendere un cane, affezionarmi, e poi mi muore"!

Beh, a queste persone voglio dire una cosa: questa malattia fa paura perchè non la conoscete. Intanto Felicetto è stato curato, aveva livelli bassi di leishmania e ora sta meglio. Solo qualche controllo e, nel caso, un ciclo di cura che dura venti giorni...la malattia può essere tenuta sotto controllo e un cane leishmaniotico, soprattutto se tenuto in famiglia, può avere una lunga vita e sarà chi lo adotterà l'artefice del suo destino.

Detto questo non posso che chiedervi di guardare queste foto che lo ritraggono dietro le sbarre, recluso senza colpa, disperato nella sua solitudine, tenero in quel tentativo di trattenere la volontaria che gli sta di fronte "addentando" la sua manica.

FELICETTO SARA' AFFIDATO A VERI AMANTI ANIMALI DISPONIBILI A CONTROLLI E A FIRMA FOGLIO DI ADOZIONE.

PER ADOZIONI: ANTONELLA 3202318993

La nostra Associazione ha deciso di aiutare Felicetto intanto che aspettiamo quell'anima grande che vorrà accoglierlo nella sua casa e nel suo cuore. Toglieremo Felicetto da quella prigione e lo metteremo in una pensione dove possa godere della libertà, delle passeggiate sull'erba, dell'aria che solletica le narici con una varietà di odori, del calore del sole...

Per fare questo abbiamo comunque bisogno del vostro aiuto che potrete darci adottando Felicetto a distanza. Potete effettuare un versamento sul Conto Arancio intestato a Mirna Fusaro (socia dell'Associazione Canili Veneto) indicare il nome per esteso della volontaria e come causale: "aiuto per Felicetto"

IT12A0316901600000312461247

Stampa volantino
Felicetto...la felicità solo nel nome...

Altre mie foto ...

 -  -  -
 -  -

Felicetto...un passo avanti verso la felicità...lo aiutiamo a raggiungerla?

Inserito da Antonella il 02.01.2010

Felicetto...la felicità solo nel nome...ve lo ricordate?

Finalmente Felicetto non è più in un angusto box di canile, grazie all'adozione a distanza è stato portato al nord, in una pensione con tanto tanto verde dove può correre e godersi la libertà.

Ma la sua vera libertà sarà conquistata quando una famiglia vorrà prenderlo con sè e dargli tanto amore...fino a quel momento, il nostro dolcissimo Felicetto sarà solo Felic...felice solo a metà!

Per adozioni: Antonella 3202318993

 -  -  -

Mi chiamo Felicetto ma non sono felice...

Inserito da Antonella il 09.01.2010

Mi chiamo Felicetto ma non sono felice...non so quali sono le mie origini, non ricordo da dove vengo...

I miei primi ricordi sono legati alla fame, alla sete, al freddo, al caldo torrido...ad una strada matrigna che nulla elargisce, se non a caro prezzo.

Poi, un giorno, mi hanno catturato e mi hanno tolto anche l'unica cosa che avevo...la libertà...

Rinchiuso in una gabbia credevo d' impazzire...collego a quel posto anche la mia malattia perchè lì mi è stata diagnosticata. Una parola che sa già di condanna: leishmania.

Chi adotta un cane leishmaniotico? NESSUNO!!! Perchè questa malattia è demonizzata più di quanto sia necessario.

Mi hanno curato e ora sto bene, la malattia si è negativizzata ma la mia famiglia non si è ancora fatta avanti.

Aspetto questa famiglia con trepidazione, a volte con disillusione ma mi hanno detto che qualcuno la sta cercando per me...quello stesso qualcuno che mi ha tolto da una gabbia che mi soffocava per restituirmi a dimensioni più canine.

Sono stato adottato a distanza e trasferito in una bella e verde pensione al nord dove posso correre "quasi" libero...una cosa mi manca ancora molto: la mia vita...quella che mi restituirebbe la libertà , quella che potrei vivere se qualcuno mi volesse bene e mi prendesse con se'...

Felicetto...'quasi libero' -
quanti odori... -
finalmente l'erba sotto le zampe... -
che strana questa cosa bianca! -
aria di libertà -
Felicetto...'quasi libero' - quanti odori... - finalmente l'erba sotto le zampe... -
che strana questa cosa bianca! - aria di libertà -
  1. Inserisci un commento
  2. Attenzione
    per informazioni sulle adozioni contatta telefonicamente i numeri presenti nell'annuncio.
    Utilizza il modulo qui sotto esclusivamente per i tuoi commenti.
  3. Inserisci numero sicurezza nel box