Il regalo di Natale Spenk ... ora Tobia

da giocattolo a compagno di vita
Inserito da Elisa il 01.04.2008
Il regalo di Natale  Spenk ... ora Tobia - da giocattolo a compagno di vita

“Che sta succedendo? Io questo posto non lo conosco e mi fa paura, dove siete? Perché mi avete lasciato solo?” E’ difficile entrare nella mente di un cane, ancor più se cucciolo, quando viene abbandonato. Forse la paura si mescola alla curiosità, l’ansia riesce a fondersi ancora nella fiducia…

Spenk è arrivato nei pressi di casa mia ai primi di giugno, girovagava senza meta in cerca di cibo, si fermava nei pressi di un cancello, aspettava che qualcuno arrivasse e lo seguiva all’interno trovando riparo sotto le macchine parcheggiate. Quando su segnalazione di alcuni vicini sono andata a cercarlo non c’era più… c’era già l’intenzione da parte di qualcuno di portarlo al canile e forse lui con la sua intelligenza di cucciolo, improvvisamente cresciuto, si era prontamente dileguato.

L’ho cercato all’interno del cortile del condominio ma nulla di nulla finchè, ad un certo punto, ha fatto capolino al di là della recinzione, un esserino peloso, un po’ curioso e un po’ impaurito ma, alla fine, si è lasciato prendere. Niente microchip, niente telefonate a seguito di annunci di ritrovamento esposti in zona e circa otto mesi di età, che, facendo due rapidi calcoli riportavano al periodo natalizio: probabilmente Spenk è stato un regalo di Natale diventato scomodo in vista delle ferie e perciò abbandonato.

Spenk si è dimostrato subito un cagnolino meraviglioso, giocherellone, tenerissimo ed affettuoso, coccolone senza essere invadente ed ancora estremamente fiducioso. Chi lo ha abbandonato è un essere privo di valori e di sensibilità, qualcuno che non ha esitato a calpestare la vita di un cucciolo, che non è inferiore per valore a quella di un umano, per potersi godere “in pace” un periodo di vacanza.

Ma quale pace può esserci quando macchi la tua coscienza di una colpa simile?

Stampa volantino
Il regalo di Natale Spenk ... ora Tobia

La fortuna di Spenk

Inserito da Elisa il 20.08.2008

Fortuna ha voluto che Spenk sia stato prontamente adottato, ora si chiama Tobia, ha una famiglia che lo ama e un compagno di giochi, Shamir, un leonberger di otto anni, che stravede per lui.
 
Vogliamo sperare che l’esperienza negativa dell’abbandono vissuta da Tobia sia stata cancellata dalla sua mente o che sia rimasta, nel caso più infausto, come il ricordo di un brutto sogno che l’affetto di una famiglia è subito pronto a far dileguare.

Tobia nella nuova famiglia -
Tobia nella nuova famiglia -
Tobia nella nuova famiglia - Tobia nella nuova famiglia -

E dopo l'adozione...

Inserito da Elisa il 20.08.2008

... Spenk (Tobia) è stato salvato da un abbandono estivo.
 Tobia si trova da più di tre mesi a casa di Francesca. Siamo andati a trovarlo per vedere con i nostri occhi come procede l’adozione.
Beh, che si può dire quando il piccolo adottato dorme a letto con il  suo umano?
Quando Shamir, leonberger di notevole mole, nonché altro cane della famiglia, lo aspetta tutte le mattine sulla soglia di casa per incominciare con lui una giornata di giochi e mattane in giardino?
Solo che l’adozione procede bene, siamo felici per Tobia che ha ritrovato l’affetto che gli era stato sottratto e contenti per Shamir che per merito del nuovo arrivato ha ritrovato il gusto di correre, giocare, vivere.

  1. Inserisci un commento
  2. Attenzione
    per informazioni sulle adozioni contatta telefonicamente i numeri presenti nell'annuncio.
    Utilizza il modulo qui sotto esclusivamente per i tuoi commenti.
  3. Inserisci numero sicurezza nel box